logo facebook

“Spose bambine, giocattoli per gli adulti”, un incontro sul tema a Martina Franca

cav spose loc correttaIn occasione della Festa della Donna L’UNICEF, per proteggere e custodire le leggi naturali di ogni essere vivente vuole porre all’attenzione della Comunità il problema delle SPOSE BAMBINE.

La nostra legislazione prevede che l’età minima per contrarre matrimonio sia 18 anni (pur esistendo una deroga che permette per “gravi motivi” la possibilità di contrarre matrimonio a 16 anni, previa autorizzazione del tribunale) e nessuno può essere costretto a contrarre matrimonio contro la propria volontà.

Tuttavia in molti Stati come il Bangladesh (paese al mondo con più alto tasso di matrimoni al di sotto di 15 anni), l’ Afghanistan, il Burkina Faso, la Siria , lo Yemen e molti altri ancora, il matrimonio forzato è estremamente diffuso, specialmente tra minori. Ancora oggi nel XXI secolo nelle zone rurali e tra i ceti più poveri il matrimonio forzato è ancora consuetudine.

Con il Child Marriage Proibition Act del 2006 l’Unicef ha cercato di coordinare programmi di attuazione ed una strategia nazionale sui matrimoni precoci, le loro cause e le conseguenze.

Questo tema sarà oggetto dell’incontro che il gruppo zonale di Martina Franca dell’Unicef organizza in collaborazione con il CAV di Martina, dal titolo Spose bambine, giocattoli per gli adulti.

L’appuntamento è per sabato 11 marzo presso la sede del CAV d Martina Franca in via Mottola, 1/B alle ore 18:00