logo facebook

“PIANO SOLO LAB”: protagonista il pianoforte

Proseguono a Taranto e Martina Franca, sabato 17 e domenica 18 giugno, le tappe di avvicinamento a Piano Lab, progetto di formazione organizzato dall’Associazione La Ghironda con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dedicato al mondo del pianoforte e alla preparazione di professionisti del settore con una serie di corsi e proposte di spettacolo che prevedono il coinvolgimento di grandi nomi della musica e prestigiosi partenariati con importazioni istituzioni culturali.

Sono dodici le città pugliesi coinvolte, dove al termine di ogni singolo concerto il pianoforte sarà a disposizione di chiunque voglia testare il proprio talento e prenotarsi in vista della due giorni del 12 e 13 agosto a Martina Franca, quando in occasione della festa civile «Martina Angioina», organizzata dall’amministrazione comunale, verranno suonati in contemporanea diversi pianoforti in vari punti della città per far incontrare i grandi interpreti e quei professionisti o anche semplici appassionati che avranno riservato la loro performance sul sito della manifestazione www.pianosololab.com

L’appuntamento a Taranto, sabato 17 giugno alle ore 20:00, è in piazzetta Monteoliveto con  le sorelle Anastasia e Liubov Gromoglasova, mentre a Martina Franca, domenica 18 giugno sempre alle 20:00, nella chiesa di San Nicola in Montedoro, si esibirà Giuseppe Greco.

Al termine dei due concerti, il pianoforte sarà fruibile dal pubblico presente, e chi vorrà potrà prenotarsi per l’evento finale del 12 e 13 agosto a Martina Franca.

Il concerto di Taranto con Anastasia e Liubov Gromoglasova, le sorelle russe che in duo si sono affermate al Rubinstein di Mosca e alla London International Music Competition, e che per l’occasione suonano un programma a quattro mani con musiche di Scarlatti, Beethoven, Grieg, Rossini, Listz, Debussy, Glinka e Rachmaninov, è in collaborazione con il Fai Puglia, con cui la Ghironda è impegnata a riscoprire, valorizzare e tutelare la bellezza storica, artistica e architettonica del patrimonio pugliese attraverso la musica.

Piazzetta Monteoliveto è, infatti, una delle più interessanti della città vecchia di Taranto. Conformata a guisa di una piccola, scenografica, quinta teatrale, è organizzata intorno alla Chiesa rinascimentale di Sant’Andrea degli Armeni, sconsacrata e già interessata da scavi archeologici e da lavori di consolidamento e restauro. Nella piazza esistono inoltre il Santuario Madonna della Salute e la casa natale di Giovanni Paisiello.

Il concerto di Martina Franca vede di scena, in un programma comprendente pagine di Chopin, Beethoven e Scarlatti, il pianista Giuseppe Greco, che in Puglia ha ottenuto il primo importante riconoscimento, vincendo il 47° Concorso Pianistico Internazionale «Arcangelo Speranza» di Taranto, prima di farsi notare allo Chopin di Varsavia, al Busoni di Bolzano e al Van Cliburn di Fort Worth e ricevere, nel 2010, la medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Greco suonerà nella chiesa di San Nicola in Montedoro, tra le più antiche di Martina Franca e risalente presumibilmente al XIV secolo, periodo della fondazione angioina della città, e oggetto di diversi rimaneggiamenti nel corso dei secoli successivi. La struttura è definita da una semplice aula rettangolare e da elementi architettonici tardo-medievali, come il tetto a falde rialzate, il portale ad ogiva della facciata, una nicchia a lunetta, il piccolo rosone a raggiera, il campanile a vela con un solo fornice. Le pareti all’interno sono riccamente adornate da affreschi, più volte ritoccati. Si possono distinguere centralmente le figure della Madonna e in basso san Nicola circondato da santi. Mentre gli affreschi della parete di sinistra sono molto rovinati e dunque poco riconoscibili.

Modalità di iscrizione e partecipazione su www.pianosololab.com

Nessun commento.

Lascia una risposta