logo facebook

“Denim Day” per dire basta al femminicidio

Domani, sabato 27 maggio torna, per il secondo anno consecutivo, il Denim Day l’evento globale contro la violenza sulle donne.

A metterci la faccia sono i personaggi famosi: Belén Rodriguez, Beppe Fiorello, Carlo Cracco, Elena Santarelli, Fiona May sono alcuni dei volti celebri che compaiono nel video Apri gli occhi, lanciato lo scorso anno dalla Guess Foundation Europe per promuovere il Denim Day.

L’evento è nato negli Stati Uniti 17 anni fa grazie all’Associazione Peace Over Violence, come segno di protesta ad una sentenza della Corte di Cassazione italiana, che nel novembre del 1998 annulla la condanna per stupro perché la vittima, una ragazza di diciotto anni, indossava jeans attillati “impossibili da sfilare senza la sua collaborazione”.

La giornata ha un significato attuale: in Italia quasi 7 milioni di donne hanno subito violenza e nel 2015, ben 128 donne sono state vittime di femminicidio.

Nel video Apri gli occhi, i volti famosi sono bendati e si alternano elencando una serie di cifre che fotografano la tragica diffusione di episodi di violenza sulle donne in Italia. Inizialmente bendati, i protagonisti del filmato si liberano uno dopo l’altro della fascia rossa che copre loro gli occhi, simbolizzando la presa di coscienza di un fenomeno che non può e non deve essere taciuto.

Il Denim Day, promosso con The Circle Italia Onlus, devolve i proventi a favore di D.i.Re, Donne in Rete contro la violenza, associazione nazionale di centri antiviolenza gestiti da associazioni femminili.

Nel 2015, Guess Foundation Europe ha raccolto 100mila euro.

Per ogni acquisto di capi in denim effettuato tra il 13 e il 27 maggio, Guess devolverà 10 euro a D.i.Re.