logo facebook

“All that music”, cineforum a tema

L’Associazione “Accordiabili”, organizza presso la propria sede, in via Santa Margherita n.c., un cineforum a tema, iniziativa che rientra nella quarta rassegna, denominata All that music e sarà dedicata alla musica vista dalla prospettiva di chi organizza un evento, un recital, un concerto, è un po’ la metafora della vita come costante preparazione di occasioni ed esibizione agli altri del nostro essere.

Questo ciclo d’incontri intende utilizzare il mezzo cinematografico per riflettere su temi sempre attuali attraverso la lente dell’arte musicale: la malattia, la morte, l’oppressione politica, il razzismo, la follia e la vecchiaia. Ogni visione sarà preceduta da una presentazione di Bruno Marchi che si preoccuperà, al termine del film di animare la discussione in sala.

Il prossimo appuntamento è per domenica 4 dicembre sarà la volta del film Marguerite del 2015 di Xavier Giannoli, con Catherine Frot, già vista qualche anno fa nei panni de La cuoca del presidente.

In Marguerite, la Frot interpreta Marguerite Dumont, una ricca mecenate, da sempre è appassionata di musica e canto, con un passato di grande artista internazionale che, però, esiste solo nella sua mente.

L’11 dicembre toccherà a Quartet del 2012.

Si tratta dell’esordio alla regia, a ben 75 anni, di Dustin Hofmann. Il film, ambientato in una casa di riposo per musicisti e cantanti lirici in pensione i quali ogni anno organizzano un recital per raccogliere fondi. Intorno a questo evento si dipaneranno le storie di ognuno e gli intrecci tra vecchi e nuovi dissapori.
Infine, il 18 dicembre, sarà proiettato Il concerto, un film di Radu Mihaileanu del 2009.

La storia risale ai tempi dell’Unione Sovietica brezneviana: un direttore d’orchestra, tra alterne vicende, riesce a rimettere insieme l’orchestra che avrebbe dovuto eseguire Concerto per violino e orchestra di Čajkovskij prima del suo licenziamento per motivi razzisti.
L’inizio di ogni cineforum è fissato per le 17:30.

L’ingresso è gratuito e riservato ai soci, chi non fosse iscritto all’associazione può tesserarsi anche prima dell’inizio della proiezione.