logo facebook

“Falò e Colori” a Monteiasi

Invito Gruppo Anonimo '74È ormai entrata nel vivo Falò e colori è la più longeva delle manifestazioni dell’associazione di volontariato “Gruppo Anonimo 74”, attiva a Monteiasi dal lontano 1974, iniziativa che risale al primo anno di vita, quando si avvertì il bisogno di coniugare la locale tradizione del falò di San Giuseppe con la cultura, quindi col disegno estemporaneo eseguito da alunni, dalla scuola materna fino alle superiori.
Anche quest’anno il 18 marzo, in occasione dell’accensione della “fòcara” a Monteaiasi, sono stati consegnati agli studenti fogli da disegno sui quali hanno eseguito sul momento disegni a tema libero; i dipinti così raccolti da domenica 19 marzo daranno vita a una “mostra diffusa” che, per una intera settimana, vedrà tutti gli esercizi commerciali e professionali di Monteiasi esporre nelle loro vetrine gli elaborati artistici.

Anche l’edizione 2017 di Falò e colori è organizzata dell’associazione di volontariato “Gruppo Anonimo 74” con il patrocinio e la collaborazione del Centro Servizi Volontariato di Taranto, dell’Amministrazione comunale di Monteiasi e di “InQuadrol’Arte”.
Quest’anno la manifestazione avrà come location il frantoio Ciancia, in via Roma 181/183 a Monteiasi, dove si terrà una serie di iniziative con ingresso gratuito su invito da ritirare presso la sede del “Gruppo Anonimo 74”, in via Mazzini n. 24 a Monteiasi.

Dopo il primo appuntamento di martedì 21 marzo alle ore 19.00 di venerdì 24 marzo si terrà, con la regia di Alfredo Traversa, lo spettacolo teatrale del Teatro della Fede “Confiteor” di Giovanni Testori, con Giuseppe Calamunci e Giovanna Semeraro: Confiteor è la preghiera penitenziale che viene recitata nel rito romano della Chiesa Cattolica. In Giovanni Testori, autore cattolico del teatro contemporaneo, viene usata come rimando culturale per un testo che ha come soggetto una grave colpa che il protagonista deve espiare.

Alle ore 19.00 di sabato 25 marzo si terrà il concerto musicale del “Rent Quartet”: formato da Vito Liuzzi, Giordano Muolo, Angelo Giodice e Giovanni Galasso, tre clarinettisti e un fagottista, questa formazione nasce dall’interesse comune verso la musica cameristica e dalla volontà di ogni singolo componente di esprimere la propria esperienza, sia in qualità di professore d’orchestra che in veste solistica.

Ultimo evento di questa edizione di “Falò e Colori” si terrà alle ore 20.00 di domenica 26 marzo: la corale polifonica “Madonna di Loreto” eseguirà, a cappella a quattro voci miste, l’inno religioso “Dio Vi salvi, Regina” che, su un testo originario in latino, è stato scritto in italiano nel 1676 da San Francesco di Geronimo.

Nessun commento.

Lascia una risposta